Il bouquet ha origini antichissime: inizialmente era composto da erbe aromatiche che, secondo la credenza, avrebbero tenuto lontani gli spiriti maligni. Gli sposi usavano addirittura mangiarne qualche foglia per scongiurare la cattiva sorte. Alla fine del ricevimento veniva poi offerto agli dei così come oggi si offre alle amiche come segno di buon auspicio. Con il passare dei secoli i fiori bianchi hanno preso il posto delle erbe selvatiche diventando simbolo di purezza. Solo nell’epoca moderna i fiori che compongono il bouquet sono colorati, ognuno con un significato diverso.

Il bouquet ha un’importanza fondamentale perché è la macchia di colore che enfatizza il vestito e lo rende unico, non è un accessorio, ma la linea guida di stile e mood di tutto il matrimonio. Ci sono svariate tipologie di bouquet: ricadenti, a fascio, rotondi, voluminosi, disordinati, naturali, aperti… la forma e lo stile devono abbinarsi perfettamente allo stile del vestito, così come il colore degli addobbi floreali del ricevimento e della chiesa devono riprendere i colori del bouquet stesso.

Ricordatevi una regola: la sposa deve lanciare il bouquet alle sue spalle con gli occhi chiusi, non si deve cedere all’amica che vogliamo si sposi per prima!

CONTATTI

Per avere ulteriori informazioni e verificare la disponibilità in date specifiche, lasciate un messaggio tramite il form sottostante*. In alternativa, potete telefonare al numero 335/5633842.

PRIVACY

6 + 11 =

*Cliccando sul pulsante Invia, si accetta intrinsecamente il trattamento dei propri dati personali come specificato nella seguente informativa.

"Un giorno senza un sorriso
è un giorno perso." (C. Chaplin)